LA STORIA

vecchiologoGli inizi

Generazione Musica nasce nel 1990 quando Alessandro, Antonio, Marisa e Antonio B. vivono una forte esperienza di fede: il Corso di Vita Cristiana. Questa avventura comune fa scaturire in loro il desiderio di testimoniare a più persone possibili la gioia e la forza che Dio può portare nei cuori di tutti. Il caso voleva che ci fosse in loro un carisma comune: l'amore per la musica.
Ecco che quindi decidono di usare la musica come veicolo per questa testimonianza.
La prima apparizione di Generazione Musica è l'animazione della messa di Natale della parrocchia di Vigna di Valle.

Il consolidamento
Entrano a far parte del gruppo musicale tre ragazzi che fin dagli inizi vi ruotavano intorno: Francesco alla chitarra acustica, Alessandro alla batteria (con la mitica batteria rossa...) e Leonardo al basso. Dopo poco entra nel gruppo anche un saxofonista, bravissimo anche alle tastiere: Daniele.
E' l'inizio del costante accrescersi delle date dei concerti, e cresce anche la strumentazione.

Gli anni d'oro
Ormai le esigenze tecniche crescono, così come le date... occorre finanziarsi in qualche maniera.
Questo aspetto, forse materiale, crea però un'occasione meravigliosa di incontro per GM: due ragazze con una voce splendida decidono di darci una mano per una serata di liscio... è l'ingresso nel gruppo di due colonne di GM: Stefania e Laura.
La parte tecnica è ormai ingestibile con le nostre sole forze. Il gruppo ha 4 voci, un basso, due chitarre, una batteria, due tastiere e anche un sax... occorre un mixerista. Lo troviamo in una amico: Nicola.
Le date a questo punto si moltiplicano, e proprio in questo momento, per motivi diversi, perdiamo Leonardo e Marisa. Al basso arriva allora un ragazzo che bassista non era... bensì chitarrista... (e che chitarrista!): arriva Antonio P.  Dopo poco, però, per problemi di tempo anche lui (il neo bassista) deve lasciare il gruppo... e proprio alla vigilia di un concerto!
Ma subito, con un tempismo che ci fa capire che forse il nostro progetto è guardato con benevolenza da "Qualcuno" lassù, arriva Paolo: un ragazzo amico di Daniele, il quale inserisce un suo amico: Fabio, cantante rock puro. Nel frattempo Francesco abbandona la chitarra acustica per dedicarsi alle percussioni. Gli spettacoli si arrichiscono poi dell'intervento di due ballerine - mimi: Roberta e Mariella. Nasce la manifestazione "Oltre ogni barriera".

Una pausa...
I ritmi sono frenetici, e forse per questo almeno all'inizio non ci si accorge della stanchezza di alcuni e delle trasformazioni che il gruppo subisce.
Perdiamo tre cantanti in poco tempo: i due Antoni, uno perchè sentiva di cercare altrove il modo di tesimoniare i valori in cui credevamo, l'altro perchè trasferito a Torino. Perdiamo anche Fabio che va a lavorare a Treviso e anche Paolo che parte militare. Il buon Francesco allora nel giro di poche settimane si trasforma in pseudo-bassista. Il gruppo continua fino al 1998 a dare concerti... anche grazie al grande Antonio che a volte veniva direttamente da Torino per cantare!
Nel 1999 il definitivo stop, ci fermiamo sia per quanto riguarda gli spettacoli che le prove... non è la fine dell'avventura però...
Il fuoco cova infattisotto le ceneri... nel 2000 un timido tentativo di ripesa, con un concerto in occasione del Giubileo...Nel 2002 infine 6 di noi, ancora innamorati del progetto, decidono di riprovarci. E' una decisione fatta col cuore e poco con la testa. Non concertata, ma fatta da ognuno dei 6 in maniera autonoma... e per magia nello stesso momento degli altri. Si parte ricominciando semplicemente a fare le prove... e dopo le prime canzoni si capisce che qualcosa ancora c'è... il progetto non è finito, il Fuoco è ancora vivo.

Oggi
Dal 2003 i concerti ricominciano con buon ritmo... con l’ingresso temporaneo di Rosanna alle proiezioni e di Alessio alla voce, che purtroppo dopo poco abbandonano il progetto… noi li aspettiamo a braccia aperte
I concerti vengono affiancati dalla nuova avventura dei musical che iniziamo grazie alla collaborazione con alcuni giovani della Parrocchia di Bracciano. Portiamo in scena, suonando e cantando dal vivo, sia “Forza Venite Gente” che “Madre Teresa”, con grande soddisfazione e numerose repliche (che tuttora continuano).
Il nostro batterista Alessandro dopo la nascita del suo bimbo comincia ad avere problemi di tempo… ma possiamo contare sulla generosità di Vittorio, che lo sostituisce in svariate occasioni! Si aggiungono tre splendide voci femminili: Gabriella, Adriana e Sara. Dopo qualche tempo dobbiamo salutare Gabriella (le è nato un bellissimo bimbo) ed Adriana (per i troppi impegni). Anche Vittorio ci saluta, avendo un lavoro che lo costringe a Milano per gran parte dell'anno. Chiamiamo quindi "solo per un concerto" il grande Pino... il quale si trova talmente bene (e noi pure) che diventa il batterista in pianta stabile del gruppo.

Oggi siamo quindi in 12, potendo fra l'altro contare su di un secondo bassista (Paolo), un tecnico del suono (Nicola), un tecnico per le proiezioni (Lorenzo) e una fotografa ufficiale (Beatrice). Il presente è fatto di concerti, prove, registrazioni, musical… il futuro è storia di oggi...